Credito d’imposta per ricerca e sviluppo

E’ attivo anche per le attività di ricerca e sviluppo realizzate nel corso dell’anno 2018 il relativo credito d’imposta, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico. Di seguito si riportano gli elementi essenziali dell’agevolazione.

SOGGETTI BENEFICIARI

Sono beneficiari dell’agevolazione tutte le imprese (comprese le imprese agricole, reti di imprese, consorzi ecc..), indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato.
Sono ammesse anche le start-up d’impresa.

ENTITA’ AGEVOLAZIONE

Il credito d’imposta è pari al 50% della spesa sostenuta e viene calcolato in eccedenza rispetto alla media dei medesimi investimenti realizzati nel triennio 2012-2013-2014.
Per le imprese attive da meno di tre periodi d’imposta, la media degli investimenti in R&S sarà calcolata sul minor periodo a decorrere dalla costituzione.
L’importo massimo annuale concedibile per ciascuna impresa è di 20 milioni di euro, purchè le spese per attività di R&S non siano inferiori a € 30.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili per il calcolo del credito d’imposta sono:
1. Spese per il personale altamente qualificato impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo, in possesso di un titolo di dottore di ricerca, iscritto ad un ciclo di dottorato presso un’università italiana o estera, o in possesso di laurea magistrale in discipline di ambito tecnico o scientifico;
2. Spese relative a contratti di ricerca stipulati con Università, enti di ricerca ed organismi equiparati e con altre imprese, comprese le start-up innovative.
3. Quote di ammortamento delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio;
4. Competenze tecniche e privative industriali relative a un’invenzione industriale, biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale anche acquisite da fonti esterne.
5. Spese per il personale non qualificato (ad eccezione di personale con mansioni amministrative, contabili e commerciali). Sono agevolabili anche i compensi di amministratori impiegati in attività di ricerca
.

Per maggiori informazioni sull’agevolazione contattaci al n. 030/301952 oppure inviaci una mail a info@jpmservice.it