Bando ricerca ed innovazione 2015 – misura A

Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde tramite Unioncamere Lombardia hanno pubblicato il nuovo bando ricerca ed innovazione per l’anno 2015.

Il bando prevede diverse misure di incentivo per le imprese, in particolare la misura A è finalizzata alla creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali con un dotazione finanziaria di € 1.600.000,00.

Possono aderire all’agevolazione tutte le micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o operativa in Regione Lombardia che operano nel settore delle tecnologie digitali.

Le imprese devono inoltre avere uno dei seguenti codici ateco primari:

  1. divisione 26: fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi
  2. divisione 27: fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche
  3. divisione 58: attività editoriali
  4. divisione 59: attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore
  5. divisione 60: attività di programmazione e trasmissione
  6. divisione 61: telecomunicazioni
  7. divisione 62: produzione di software, consulenza informatica e attività connesse
  8. divisione 63: attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici

La misura intende favorire la realizzazione di progetti volti alla creazione e allo sviluppo di nuove e innovative tecnologie e servizi digitali che abbiano una ricaduta diretta nelle seguenti aree tematiche: agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile, industria della salute, aerospazio.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fisso pari ad € 20.000,00, mentre l’investimento minimo deve essere di € 30.000,00.

Le spese, ammesse dalla data di pubblicazione del bando e sino a 365 giorni dal decreto di concessione del contributo possono riguardare:

  • contratti di collaborazione con enti di ricerca;
  • servizi e tecnologie per lo sviluppo di prototipi e/o campionari;
  • check-up tecnologici, sperimentazioni;
  • servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto di ricerca;
  • spese per la tutela della proprietà industriale;
  • investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;
  • spese di personale dipendente dell’azienda;
  • consulenze specialistiche legate allo sviluppo delle tecnologie inserite nel progetto.

Le domande dovranno essere presentate dal 13 ottobre 2015 e sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Per maggiori informazioni è possibile contattarci telefonicamente (tel. 030/301952) oppure compilando il form.